Category

Blog

DSC_6515

Braies e la sua perla

By | Blog | No Comments
Chi oramai non conosce il lago di Braies?!
Si, è proprio lui…il famosissimo lago ai piedi della Croda del Becco passato ancor più alla ribalta per la serie TV “Un passo da cielo”, girata proprio sulle sue sponde.
Il nome “Lago di Braies” è stato coniato per la prima volta nel 1940. Prima era invece noto come Pragser Wildsee (dall’appellativo di wild = selvaggio). Read More

prova_1

Prevenzione: come leggere un bollettino Neve e Valanghe?

By | Blog | No Comments
Prendiamo come riferimento il bollettino emesso dall’ARPAV (Agenzia Regionale per la Prevenzione e Protezione Ambientale del Veneto).
Come potete vedere dall’esempio dell’immagine in calce (bollettino del 10/02/2017) il documento è già di per sé intuitivo…anche un “profano”, grazie all’adozione di un’adeguata scala cromatica, è in grado di capire a prima vista se sussistono criticità o meno.
Ma cosa sono tutti i simboli che sono riportati mano a mano che si scorre il bollettino? Read More

DSC_0382

Neve: “pillole” per un’escursione sicura e divertente

By | Blog, News | No Comments
In questi giorni la neve ha cominciato ad imbiancare i nostri paesaggi.
Che siate turisti, sportivi o amatori, sicuramente state già fantasticando sulle varie attività da fare…; una bella ciaspolata con il giusto intermezzo in rifugio o in malga è una delle cose che in questo periodo sta riscontrando maggior successo.
Se poi invece cercate più il brivido e la fatica, i vostri sci, che siano da fondo, discesa o scialpinismo, saranno impazienti quanto voi di “sgranchirsi le gambe”. Read More

dsc_0392

Il Picco di Vallandro e Pratopiazza

By | Blog | No Comments
Il Picco di Vallandro con i suoi ben 2839m si erge impavido sopra il contenuto altopiano di Pratopiazza.
I versanti a nord del Picco stesso, degradano vertiginosamente in pareti rocciose alquanto verticali, mentre i declivi a sud-est si fanno man mano sempre più morbidi via via che si scende di quota e fino a terminare in una stupenda conca prativa. Read More

dsc_3299_02

La faggeta in autunno

By | Blog | No Comments
Scusate ma la faggeta in questo periodo autunnale merita un post tutto suo…
Il comportamento deciduo della specie fa si che in questo periodo le piante siano già quasi spoglie; le foglie ingiallite, man mano che la stagione avanza, variano sull’ocra e formano nella parte superiore del terreno dei perfetti e soffici tappeti. Read More

15123088_1351097331589838_7247412770511677924_o

La leggenda del Larice

By | Blog | No Comments

C’era una volta,

un torrente d’argento in cui abitavano le aguane, creature acquatiche.
Marugiana, dal sangue misto, figlia di un’aguana e del signore del castello, era la loro regina e conosceva le tragedie e le sventure che colpivano gli uomini.
Un giorno un principe passando accanto al torrente la vide e s’innamorò di Marugiana, e lei di lui.
Il giovane la chiese in sposa e Marugiana accettò ma, come regalo di nozze, desiderò che almeno per un attimo il dolore e il male svanissero dal mondo.
Era questo un desiderio impossibile da esaudire, se non nel mondo di Utopia.
Si consultarono tutti i saggi del posto e solo una vecchietta, creatura dell’acqua, un’aguana per l’appunto, pensò ad un momento in cui tutto sembrava fermarsi in una pace irreale, un momento che era solito accadere ogni secolo, e fortuna voleva che, proprio durante quell’anno, il giorno di San Giovanni Battista a mezzogiorno in punto si sarebbe ripetuto.
Così i due innamorati decisero di sposarsi durante quel magico giorno e le nozze poterono celebrarsi in un’atmosfera incantata.
Due nani, come regalo, decisero di legare tutti i fiori in un mazzo gigantesco, grande come un albero, che poi piantarono in una radura della montagna, dandogli il nome di Larice, segno di protezione del focolare domestico.
Certo che i nani avevano avuto un bel pensiero, ma non avevano riflettuto sul fatto che in montagna, durante gli inverni rigidi, il Larice sarebbe morto.
Pensarono e ripensarono alle possibili soluzioni, ma Marugiana semplicemente gettò sulla pianta il suo velo di nozze…la pianta magicamente cominciò a germogliare e poi a fiorire, con coni rossi e profumati.
Tutti i presenti rimasero stupiti per la bellezza della giovane pianta e decisero che da quel momento sarebbe diventata il simbolo del matrimonio. Infatti quest’albero, come il matrimonio, è verde e fiorito in primavera, poi diventa rosso e oro come la maturità, ma d’inverno, se una nuova Marugiana non lo ricopre con il velo della speranza e dell’amore, diventa secco e spoglio.

Tratto da: “Florario” di A.Cattabiani ed. Mondadori

dsc_2799

Read More

dsc_2798

Un pò di #Grappa…

By | Blog | No Comments
Potrebbe essere stata una domenica come tante, ed invece…
Un paio di messaggi e ci si ritrova quasi tutti, assieme in Grappa a fare un ultimo ripasso prima dei test del prossimo modulo (3°).

Topografia e orientamento…

Detto fatto ritrovo a Romano D’Ezzelino…inevitabile partenza all’alba!

Read More

fullsizerender-1

L’autunno e i suoi regali

By | Blog | No Comments
E’ iniziato l’autunno e il bosco ha appena cominciato a cambiare il suo mantello.
Giornate terse e la natura che comincia a prepararsi al lungo sonno invernale…

L’autunno è forse una delle stagioni migliori per vivere la Montagna! Le giornate offrono spesso un meteo stabile e condizioni di visibilità eccezionali; i colori, giorno dopo giorno, sorprendono sempre più!

Read More